via del giuggiolo, 28

51017 - Pescia (Pt)

Compagnia Teatrale

Tel

+39 3491231179

+39 3202344724

+39 3911861269

  • Grey Facebook Icon
  • Grey YouTube Icon
  • Grey Instagram Icon

"all'arte non tocca la ricerca della bellezza, ma della verità" Edoardo Sanguineti

 

PRIMO STUDIO

L'uomo planetario



"Essere o non essere, questo è il problema". Le parole di Amleto sembrano cogliere, con grande capacità di sintesi, la questione fondamentale della nostra specie: cambiare davvero o correre verso l'estinzione. In un pianeta devastato da guerre e povertà, minacciato silenziosamente dalla possibilità di una completa distruzione grazie agli armamentari atomici dei vari Paesi, che sta finendo le sue risorse energetiche, l'essere umano si risveglia davanti all'estrema scelta: trasformarsi o finire. Che fare dunque? Padre Ernesto Balducci auspicava la nascita dell'uomo planetario, cittadino del mondo, che potesse realizzare il superamento delle religioni, l'incontro - e non lo scontro - con l'altro da noi, un confronto tra la coscienza religiosa e la ragione laica. Il nostro lavoro si propone come un viaggio spettacolare tra le parole di Balducci, alla ricerca di suggerimenti fondamentali per il cambiamento e, dunque, per la sopravvivenza. È sempre stata la scelta tra la trasformazione e la morte ad aver guidato l’evoluzione della nostra specie, ad accompagnare il passaggio dall’Homo erectus all’Homo sapiens e - ancora oggi - tutto sta in quella scelta. Se una fede ha oggi senso, è la fede nell'essere umano e nella sua possibilità di una nuova mutazione.

Liberamente ispirato all'opera di Ernesto Balducci
in collaborazione con la Tavola della Pace e della Cooperazione onlus

di Rosanna Magrini

con Stefano Tognarelli 

allestimento tecnico Alessandro Ricci

organizzazione Federica Bertocci