Senza Etichette

Progetto di Teatro Educativo per prevenire e contrastare il bullismo

Senza Etichette - Mimesis
Senza Etichette - Mimesis

Senza Etichette - Mimesis
Senza Etichette - Mimesis

Senza Etichette - Mimesis
Senza Etichette - Mimesis

Senza Etichette - Mimesis
Senza Etichette - Mimesis

1/5

"Cosa sono le etichette da cui il titolo ci invita a liberarci?

La prima cosa che potrebbe venirci in mente sono quelle targhettine attaccate all’interno dei maglioni o quelle appiccicate ai prodotti alimentari. Sopra ci sono tutti quei parametri che servono a definire quel determinato prodotto: la provenienza, la sua composizione, il metodo di lavaggio... molto utili e spesso necessarie.

Ecco, le etichette a cui ci riferiamo hanno la stessa funzione, quella di definire, ma invece di applicarle ai prodotti del supermercato le applichiamo sulle persone, ce le ritroviamo addosso noi stessi oppure le appiccichiamo agli altri. 

Queste etichette si riferiscono ai parametri con cui definiamo le persone e che spesso si basano su stereotipi e pregiudizi. E gli stereotipi portano inevitabilmente con sé valori più o meno positivi e aspettative di comportamento che, se non vengono rispettate, sono causa di esclusione e di marginalizzazione.

Le etichette creano un ambiente fertile ai fenomeni di bullismo e discriminazione.

 

Il progetto dunque nasce dalla volontà di prevenire questi fenomeni a partire dalla comprensione dei suoi meccanismi basilari, promuovendo comportamenti positivi.

E dove meglio educare ed educarsi al rispetto dell’altro e della diversità se non a scuola?

 

La scuola come istituzione centrale di una comunità, della sua formazione e del suo miglioramento. Ma ogni intervento educativo fatica a produrre risultati se non trova terreno fertile, insomma è difficile diffondere valori come il rispetto dell’altro quando la società spesso premia comportamenti basati sulla sopraffazione dell’altro. Per questo motivo il progetto mette in rete gli otto Istituti scolastici della Valdinievole, per mettere in collegamento comuni, dirigenze scolastiche, docenti, famiglie e ragazzi, facilitare il confronto, promuovere e diffondere valori e principi condivisi e rafforzare il senso di appartenenza ad una grande comunità.
 

In questo progetto ben sette Comuni sono rappresentati dalle loro scuole, da Monsummano fino a Pescia: l'istituto Don Milani di Ponte Buggianese, l'istituto Galileo Galilei di Pieve a Nievole, l'Istituto F. Berni di Lamporecchio, l'Istituto A. Caponnetto di Monsummano Terme, l'Istituto Iozzelli sempre di Monsummano Terme, l'Istituto Libero Andreotti di Pescia e due Istituti Superiori, l’Itas D. Anzilotti e l’Its Marchi di Pescia.

 

Questo progetto, vincitore del Bando della Fondazione Carlo Marchi, nasce dunque dalla volontà di fare rete intorno ad un'azione educativa e formativa importante e sempre più necessaria.

Iniziato nell'anno scolastico 2019/20 ha previsto tre azioni principali:

  • 1a azione - lezioni spettacolo - incontri formativi sul tema che hanno coinvolto circa 10 classi ad Istituto

  • 2a azione - campagna di sensibilizzazione - realizzazione grafica di un vademecum di buone pratiche contro la discriminazione. Ognuno di questi materiali è stato distribuito in ogni classe di ogni Istituto coinvolto.

  • 3a azione - l'ultima azione avrebbe previsto 8 laboratori teatrali con spettacolo finale; l'impossibilità di andare in scena ci ha portati a trasformarli in percorsi in presenza o a distanza per la produzioni di spettacoli online o video/spot di prevenzione al bullismo. 

 

Qua sotto potete vedere i video realizzati dai ragazzi.

Sketch Arrow 2