Un Teatro per la Legalità

"Possiamo sempre fare qualcosa: massima che andrebbe scolpita sullo scranno di ogni magistrato e di ogni poliziotto." G. Falcone

 

Questa frase vogliamo scolpirla, caro Giovanni, nella mente di ognuno di noi, in tutti quei momenti che ci sembra che tutto sia finito, che non ci si possa fare niente, in quest'epoca di disinteresse e indifferenza vorremo tornasse forte la tua voce a ricordarci che si può sempre fare qualcosa, le cose, se si vuole, si possono fare!

 

Ricordando Falcone, Borsellino, tutti gli amici e colleghi, i ragazzi delle scorte che hanno lottato a loro fianco e salutando anche chi, oggi, continua a lottare contro uno dei più terribili fenomeni umani, Mimesis, in collaborazione con le varie amministrazioni e istituzioni scolastiche progetta percorsi per bambini e ragazzi per conoscere e riflettere sulla loro storia, e non solo.

Vogliamo proporre, attraverso il teatro, una riflessione sull'importanza del rispetto delle regole per garantire una società più giusta e democratica, in cui tutti i cittadini siano uguali di fronte allo stesso sistema di diritti e doveri.

E' a partire dal nostro dovere quotidiano che si possono davvero cambiare le cose!

 

 

Ecco alcuni percorsi che abbiamo ideato:

Come la grandine

Omaggio ai giudici Falcone e Borsellino

 

"La mafia non è affatto invincibile, è un fatto umano e come tutti i fatti umani ha un inizio e avrà anche una fine.” Queste parole di Giovanni Falcone dicono molto a 25 anni di distanza dalla sua morte e da quella dell'amico e collega Paolo Borsellino.

Soprattutto ci invitano a mantenere sempre viva la speranza che la mafia, tutte le mafie possano essere sconfitte, basta che ognuno, Stato e cittadini, facciano il loro dovere. Ed una scuola che educa alla legalità è una scuola che fa il suo dovere, che da il suo contributo.

 

Il laboratorio, finalizzato alla messa in scena di uno spettacolo, ripercorrendo alcune tappe fondamentali della storia del fenomeno mafioso e dell’opera esemplare e fondamentale dei due magistrati e dei loro colleghi, vuole promuovere negli studenti la cultura della legalità e del senso di appartenenza alla comunità, obiettivo per il quale l’arte teatrale, attraverso i propri linguaggi espressivi, si pone come strumento particolarmente efficace, per trasmettere e condividere emozioni, educare alla cooperazione, all’ascolto e al rispetto.

I ragazzi saranno chiamati a riflettere sui meccanismi del fenomeno mafioso e sulle responsabilità che ogni cittadino ha, individuando nell’impegno verso la collettività e la promozione della solidarietà uno strumento per conoscere le necessità degli altri in un’ottica di coesione sociale.

 

Il fenomeno mafioso rispetto agli anni di Falcone e Borsellino non si è affatto affievolito, sebbene il silenzio mediatico e la scarsa attenzione rischino di farcelo credere. La mafia esiste, anzi, si è evoluta, ed è sempre più forte, grande e potente, un morbo che ha infettato la vita sociale, politica ed economica del nostro Paese. Il nostro vuol essere un contributo alla formazione di una cittadinanza attiva, capace di riconoscere la mafia nei suoi fenomeni contemporanei e di mantenere viva la speranza di una società migliore.

Solo coltivando fin da giovani, e fin nei più piccoli gesti, una sana cultura della legalità, si diventa adulti responsabili.

E tanti adulti responsabili rendono il nostro Paese un posto migliore in cui vivere.

Achille Serra

Civiltà e Culture

Un lavoro che, prendendo in esame alcuni distinti periodi storici, cerca di far capire ai ragazzi non solo l'importanza della Costituzione sul piano sociale ma anche la vera essenza etica che ne sta alla base, aiutandoli a riflettere sulla necessità delle norme come strumento di libertà. La norma infatti a volte può essere vista come una privazione, soprattutto a quell'età! E' l'idea del divieto, del non potere, della limitazione della propria libertà! E allora cerchiamo di capire...le norme sono sempre esistite? E chi le decide? Da questi e altri spunti i ragazzi partiranno per un viaggio nel tempo, incontreranno faraoni e governi assolutisti, le prime leggi scritte e il concetto di punizione e vendetta, la lotta per i diritti umani e la violenza, fino ad arrivare a noi, alla separazione dei tre poteri dello Stato e ad un ospite speciale, uno dei padri della nostra Costituzione.

via del giuggiolo, 28

51017 - Pescia (Pt)

Compagnia Teatrale

  • Grey Facebook Icon
  • Grey YouTube Icon
  • Grey Instagram Icon

contacts

info@mimesis-cultura.org

+39 3202344724

+39 353 4160056

"all'arte non tocca la ricerca della bellezza, ma della verità" Edoardo Sanguineti